iten
Home » News » Una seconda linea per la BTF

Una seconda linea per la BTF

L’immagine del fascio di elettroni da 450 MeV su uno dei sensori.
La beam-test facility (BTF), un’infrastruttura di ricerca in grado di fornire fasci di elettroni e positroni dal LINAC dei LNF, in operazione da oltre 15 anni entra in una nuova fase.

Nel corso del 2017 e 2018 una serie di lavori di miglioramento hanno consentito la predisposizione di una seconda linea di fascio. Ciò ha richiesto un’interruzione delle operazioni fino all’estate del 2018, quando la linea BTF-1 ha iniziato a fornire positroni all’esperimento PADME.
A partire dalla metà di giugno 2019, la seconda linea (BTF-2) è entrata in operazione regolare per gli utenti (sia della comunità scientifica che per i partner industriali). Il primo gruppo sperimentale, guidato da Eleuterio Spiriti, ha effettuato con successo un test con elettroni di alta energia del rivelatore di vertice dell’esperimento FOOT. In particolare sono stati testati 4 sensori del rivelatore a pixel di nuova generazione, basato su tecnologia CMOS, della famiglia MIMOSA (MIMOSA-28 Ultimate).