iten
Home » News » Si conclude la presa dati dell’esperimento KLOE-2 a DAΦNE

Si conclude la presa dati dell’esperimento KLOE-2 a DAΦNE

L’esperimento KLOE-2 concluderà il prossimo 30 marzo la sua presa dati a DAΦNE, il collisore “fabbrica” di mesoni Φ, dopo quasi venti anni di funzionamento. Infatti l’esperimento KLOE ha iniziato a raccogliere i primi dati il 14 aprile 1999, continuando sino al 2006, per poi essere di nuovo sul punto di interazione nel 2010, e con un apparato migliorato (KLOE-2), dalla fine del 2014 sino ad oggi. Nel corso della sua attività KLOE ha raccolto 2.5 fb$^{-1}$ di luminosità integrata, mentre KLOE-2 altri 5.5 fb$^{-1}$.

L’eccellente lavoro del team di macchina di DAΦNE, sperimentando in questi anni un’innovativa configurazione della regione di interazione dei fasci sviluppata a Frascati e denominata “crab-waist”, ha permesso di raggiungere e superare l’ambizioso obiettivo di luminosità fissato per KLOE-2, consentendo all’esperimento di acquisire con successo più di 5 fb$^{-1}$ di luminosità, corrispondente a circa 15 miliardi di mesoni Φ prodotti.

Lo studio di questo ricco campione di dati, unico al mondo per tipologia e rilevanza statistica produrrà un rilevante numero di risultati scientifici. Le analisi in corso consentiranno di completare l’ampio programma di fisica di KLOE-2, fornendo importanti risultati in numerosi settori della fisica, fra cui test con precisione mai raggiunta prima della simmetria fondamentale della Natura fra materia-antimateria, lo studio di precisione del fenomeno quantistico dell’entanglement, lo studio dei decadimenti rari dei mesoni K ed η e delle interazioni forti a bassa energia, i processi di fusione fotone-fotone, e la ricerca di nuove particelle esotiche come possibile manifestazione della materia oscura.

Il termine della presa dati di KLOE-2 segnerà anche la conclusione di una lunga fase di attività del Laboratorio che, prima con la collaborazione KLOE e poi con KLOE-2, ha visto coinvolte, su una macchina acceleratrice in Italia, diverse generazioni di fisici italiani e stranieri impegnati in una straordinaria ed emozionante impresa scientifica e umana.

“KLOE ha rappresentato molto per Frascati e per la fisica delle particelle dell’INFN” sottolinea il Direttore dei LNF, Pierluigi Campana, “ma la nostra curiosità scientifica non si esaurisce. Tra poco, sempre utilizzando la macchina DAΦNE, inizierà la presa dati di PADME e poi quella di Siddharta2. Inoltre pensiamo come diventare un centro di eccellenza per la fisica degli acceleratori, dando nuova vita a DAΦNE e candidandoci a ospitare la futura EuPRAXIA, ossia il primo Free Electron Laser europeo basato sul plasma.”

Contestualmente al termine della presa dati, i membri delle collaborazioni KLOE e KLOE-2, il team DAΦNE e il Laboratorio festeggeranno l’importante milestone raggiunta con una breve cerimonia che si svolgerà alle ore 11:00 del prossimo 30 marzo presso l’Auditorium “Bruno Touschek”.

Per maggiori informazioni sull’evento

 

La collaborazione KLOE-2