Home » Trasferimento Tecnologico » DAFNE-Light Soft-X absorption beamline

Descrizione

Fascio di raggi X molli continui da 0.9 keV a 3.2 keV prodotto come luce di sincrotrone da uno dei wiggler di DAFNE. Il fascio di raggi X molli non è focheggiato e viene normalmente usato per misure su campioni di (2 x 8) mm2. Monocromatore con diversi tipi di cristallo che possono essere cambiati in funzione del materiale da studiare e dell’intervallo di energie richiesto. Camera per misure di assorbimento X in trasmissione in vuoto e possibilità di fare le misure anche a basse temperature (77 K). Si possono inoltre fare, su richiesta, anche misure usando il fascio non monocromatico per irraggiare superfici o fare test. Sorgente microfocus con target di W e camera con rivelatore SDD per misure di fluorescenza X anche in vuoto.

Keywords: XAS, XRF, test con soft X

Competenze e servizi

Presso la linea DXR1 del laboratorio DAFNE-Luce si possono fare misure su campioni utilizzando la spettroscopia con raggi X. Questo tipo di spettroscopia è, in pratica, uno strumento utile per indagare la struttura atomica della materia (assorbimento X o XAS) e anche per conoscere la tipologia degli atomi che costituiscono qualunque tipo di sostanze (fluorescenza X o XRF). La struttura atomica di un materiale è quella che ne determina le specifiche proprietà come la durezza, il colore, l’odore, la tossicità e tante altre ancora. Per la parte riguardante la XAS, si possono studiare materiali contenenti atomi con basso numero atomico come: Na, Mg, Al, Si, P, S, Cl. Per quanto concerne invece l’XRF e quindi la determinazione della tipologia di atomi presenti nei diversi materiali non ci sono limitazioni sul numero atomico perché è a disposizione anche una sorgente microfocus di raggi X con target di W.  Oltre alle misure di spettroscopia, sia il fascio di raggi X molli che la radiazione X prodotta dalla sorgente convenzionale possono anche essere usati per fare test su nuovi rivelatori, schede e ottiche.

Ambiti di applicazione

La spettroscopia con raggi X così come i test che si possono fare con questo tipo di radiazione hanno un notevole potenziale applicativo in diversi ambiti:

  • Energie alternative: studio di materiali contenenti Al per immagazzinamento di idrogeno.
  • Biologia e medicina: studio di complessi metallici utili in farmaci anti tumorali.
  • Ambiente e Beni culturali: studi concernenti S e  Cl per l’analisi di depositi dovuti all’inquinamento atmosferico; studi su Al e Si per la caratterizzazione strutturale di pigmenti o pietre preziose.
  • Geologia, catalisi e scienza dei materiali: studi su sistemi contenenti atomi dal Na al Cl.
  • Fisica dello spazio: test di rivelatori, ottiche ed apparati per la caratterizzazione delle emissione di raggi X di bassa energia da parte di corpi celesti del sistema solare per i quali sono stati finanziati e proposti diversi studi.
  • Elettronica e rivelatori: sviluppo di rivelatori ed elettronica per esperimenti con luce di sincrotrone.

Potenziali utilizzatori

  • Industria Farmaceutica e Chimica
  • Sovrintendenze
  • Università, Centri di Ricerca, Aziende private

Strumentazione disponibile

Vedi l'elenco

Contatti

Sito web

Spokesperson: Antonella Balerna

Tel: +39 06 9403 2542

Email: antonella.balerna@lnf.infn.it

CONTATTACI

Sono *

Ragione sociale *

Nome Referente*

Cognome Referente*

Nome*

Cognome*

Email*

Telefono*

Oggetto*

Il tuo messaggio*