iten
Home » In evidenza » La micro-RWELL diventa grande

La micro-RWELL diventa grande

La prima micro-RWELL prodotta nel 2009 giaceva comodamente in un cassetto della camera pulita di KLOE/LHCb. La sua area attiva era 5 x 5 cm2 e non era neanche stata adagiata ancora su un PCB. Man mano che il tempo è passato le micro-RWELL sono diventate dapprima prototipi 10 x 10 cm2 (LHCb) e poi trapezi da mezzo metro quadrato e più. La sfida è stata vinta, come verificato recentemente sul fascio di particelle dell’area H4-SpS del CERN, dove la micro-RWELL, sviluppata nell’ambito degli upgrade di fase-2 per CMS, costruita in collaborazione con la ditta ELTOS SpA di Arezzo e il PCB-Workshop del CERN, è stata caratterizzata (vedi foto).

La collaborazione tra Frascati, Bologna e Bari ha prodotto la più grande µ-RWELL mai costruita finora, con risultati molto promettenti, dimostrando la duttilità e l’elevata efficacia di questa tecnologia per rivelatori di varie dimensioni e differenti applicazioni anche al di fuori della fisica delle alte energie.