iten
Home » News » Il Vice Ministro Fioramonti visita i LNF

Il Vice Ministro Fioramonti visita i LNF

L’On. Prof. Lorenzo Fioramonti, Vice Ministro al Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca (MIUR), ha visitato il 6 maggio i Laboratori Nazionali di Frascati, soffermandosi presso la Sala Sperimentale dell’acceleratore DAFNE, la sua Control Room, e percorrendo l’itinerario divulgativo del Visitor Centre.

Recentemente il Prof. Fioramonti si è fatto promotore di un tavolo di lavoro sull’Economia della Scienza e della Conoscenza, che prevede una stretta collaborazione tra enti del territorio e istituzioni universitarie e di ricerca dell’area, mirata ad azioni di sviluppo culturale della zona che comprende il quadrante sud-est del Comune di Roma (VI e VII municipio) e i Castelli Romani, che ospita una delle più alte concentrazioni di enti di ricerca in Europa.

“La ricerca è un volano estremamente importante per lo sviluppo economico del nostro paese e va messa al centro della programmazione economica, anche e soprattutto in vista della nuova legge di bilancio, dove ci auguriamo che il Governo stanzierà risorse ingenti per il rilancio della ricerca e della formazione a livello nazionale” ha dichiarato l’On. Fioramonti durante la visita. “In particolar modo, questa parte di territorio tra Frascati, la zona dei Castelli Romani e Roma Sud è un gioiello, non soltanto perché ha una solida tradizione di ricerca ormai quasi secolare, ma anche per la sua grandissima potenzialità nel dimostrare che la ricerca e la formazione sono un volano di sviluppo economico a livello territoriale, dunque di benessere diffuso. A breve, con un protocollo di intesa tra i comuni di riferimento, gli enti pubblici di ricerca e le università locali si potrà sperimentare un programma di collaborazione scientifica per il rilancio del territorio.”

“La visita del Vice Ministro è particolarmente significativa” ha aggiunto Pierluigi Campana, Direttore dei Laboratori, “perché testimonia attenzione verso le nostre attività di fisica fondamentale, di trasferimento tecnologico e di divulgazione scientifica, che sono i pilastri sui quali si incardina l’attività di ricerca condotta con passione nei Laboratori.”