iten
Home » News » Addio a Raoul Gatto

Addio a Raoul Gatto

Foto per gentile concessione della famiglia Gatto

Raoul Gatto, punto di riferimento nella fisica teorica internazionale del XX secolo, ci ha lasciati lo scorso 30 settembre. Collaborò a Frascati in epoche diverse, nei primi anni ‘60 e tra il 1971-1974. Durante il primo periodo lavorò principalmente con Nicola Cabibbo e i suoi studenti, sulle interazioni debole e forte.In particolare, nel 1961, scrisse con Cabibbo uno straordinario articolo sulla fenomenologia delle collisioni elettrone-positrone, anticipando la fisica alla base dell’acceleratore e+e– Adone che sarebbe stato costruito a Frascati. Nel secondo periodo, dopo aver trascorso un periodo al CERN, facendo ritorno presso l’Università di Roma, propose ad un gruppo che comprendeva Sergio Ferrara, Aurelio Grillo e Giorgio Parisi di studiare le conseguenze dell’Invarianza Conforme nella teoria quantistica dei campi, come suggerito dallo Scaling di Bjorken osservato negli esperimenti effettuati a SLAC.

Nell’ambito di questo settore di intensa attività, nel maggio del 1972, Gatto organizzò a Frascati una conferenza internazionale su “Scale and Conformal Symmetry in Hadron Physics”, nella cornice del “LNF Advanced School of Physics”. Tra i contributi agli atti della conferenza quello di Bardeen, Fritzsch, Gell-Mann fu particolarmente rilevante poiché introdusse la QCD (la teoria di gauge di quark e gluoni) e le ragioni che la rendono la corretta teoria delle interazioni forti.

Raoul passò poi da un approccio fenomenologico ad una teoria più formale, ma non per questo riportando risultati meno significativi. Nel 1973, infatti, con il suo gruppo a Frascati (all’epoca Laboratori Nazionali di Frascati del CNEN) formulò il cosiddetto “Conformal Bootstrap”, usando tecniche della simmetria conforme imposte su quelle dell’OPE (operator product expansions) in congiunzione con causalità e località. Un anno più tardi il Conformal Bootstrap venne ulteriormente sviluppato dal fisico Alexander Polyakov, all’epoca attivo nella ex URSS, ora a Princeton.

Il Conformal Bootstrap Program è un metodo finalizzato a risolvere le teorie quantistiche non lagrangiane in modo non perturbativo. In uno spazio-tempo bidimensionale, esso è profondamente legato alla Teoria delle Stringhe.

Il “Conformal Bootstrap Program” costituisce un importante settore di attività nell’ambito della Fisica Teorica attuale. L’opera pionieristica di Raoul Gatto nei primi anni ’70 a Frascati ha ottenuto infine il giusto riconoscimento nella letteratura recente.