iten
Home » News » A Luca Giannessi il premio Innovation Award on Synchrotron Radiation

A Luca Giannessi il premio Innovation Award on Synchrotron Radiation

L’Helmholtz-Zentrum di Berlino HZB, centro di ricerca d’eccellenza nello studio della struttura della materia, ha assegnato il premio Innovation Award on Synchrotron Radiation a Luca Giannessi, ricercatore dei LNF dell’INFN, Carlo Callegari, Kevin Prince e Giuseppe Sansone per i loro risultati pioneristici nel campo dello sviluppo e applicazione di metodi di investigazione innovativi che sfruttano la radiazione emessa da laser a elettroni liberi con seme in ingresso (seeded).

Il riconoscimento è stato attribuito in particolare per aver dimostrato la possibilità di effettuare esperimenti di coherent control nell’EUV utilizzando un laser ad elettroni liberi con seme in ingresso e per aver utilizzato una sintesi di diverse armoniche coerenti per realizzare impulsi ultracorti, nell’ordine degli attosecondi.

Questi importanti risultati sono stati ottenuti nell’ambito del progetto FERMI presso l’acceleratore Elettra di Trieste. FERMI è stata per lungo tempo l’unica sorgente di tipo laser a elettroni liberi (FEL) operante con seme in ingresso disponibile per gli utenti, tra quelle attualmente operanti nell’ultravioletto e nei raggi X molli.  FERMI ha aperto opportunità uniche per lo studio della struttura della materia utilizzando una varietà di tecniche di diffrazione, dispersione e spettroscopia grazie alla flessibilità consentita dai vari modi di operazione possibili.

Nel prossimo futuro presso i laboratori di Frascati sarà disponibile una sorgente di tipo laser ad elettroni liberi particolarmente compatta, grazie all’utilizzo di avanzate tecniche di accelerazione in plasma ed alla tecnologia di accelerazione in banda X. Questa sorgente, complementare a FERMI, estenderà il panorama nazionale degli strumenti disponibili per la ricerca in fotonica.

La cerimonia di assegnazione si è tenuta in occasione dello user meeting del Helmholz-Zentrum Berlin in modalità online il giorno 10 dicembre 2020.

“Sono onorato di ricevere questo premio insieme ai miei colleghi – commenta Luca Giannessi – Ci tengo però a sottolineare che il premio è da considerare come un riconoscimento alle attività di tutto il team FERMI ed in particolare della collaborazione sul coherent control nata presso la linea di luce Low Density Matter e coordinata dal collega Carlo Callegari“.

Luca Giannessi ha fatto le sue prime esperienze sui laser a elettroni liberi (FEL) durante la tesi e successivamente sul laser Mark III a Stanford nel 1988, studiando il processo di generazione armonica. Ha maturato una notevole esperienza nel campo dei FEL come staff scientist presso i laboratori dell’ENEA di Frascati. Ha collaborato con diversi team europei e mondiali, contribuendo al first lasing di Delta (Dortmund), dell’Elettra SR FEL (European storage ring FEL). Ha coordinato la fisica FEL presso SPARC l’amplificatore FEL di Frascati, dove è stato ottenuto il first lasing nel 2009. Ha partecipato alla messa in servizio di FERMI FEL-1 nel 2010 e nel 2011. Responsabile della fisica della macchina presso FERMI (dal 2012) , ha coordinato il team di commissioning durante il first lasing di FERMI FEL-2, il primo FEL a raggi X soft con seme in ingresso, basato sulla tecnica di iniezione cosiddetta fresh-bunch. In riconoscimento del suo contributo alla scienza dei FEL, ha ricevuto il premio “FEL prize” a New York nel 2013. Attualmente è capo della macchina presso FERMI e responsabile della working area FEL del progetto Eupraxia.

L’Innovation Award on Synchrotron Radiation è sponsorizzato da SPECS GmbH e BESTEC GmbH.

1) Kevin C. Prince et al., Coherent control with a short-wavelength Free Electron Laser. Nature Photonics 02/2016; 10(3):176-179., DOI:10.1038/nphoton.2016.13

2) E Maroju, P.K., Grazioli, C., Di Fraia, M. et al. Attosecond pulse shaping using a seeded free-electron laser. Nature 578, 386–391 (2020). https://doi.org/10.1038/s41586-020-2005-6